PITTURA ED ETICA CREATIVA Risultati sorprendenti dopo il primo corso del pittore Stefano Bernardelli

Cinque scorci di Siderno, dipinti con acquarelli secondo una libera e personale interpretazione della pittura improntata sull’etica creativa. E’ stato piacevolmente sorprendente il risultato finale del corso tenuto nei pomeriggi di ieri e di oggi nello spazio culturale “MAG. La ladra di libri” di Siderno dal pitttore Stefano Bernardelli, che ha coinvolto cinque appassionate principianti che nel pomeriggio di ieri hanno ricevuto una lezione sull’uso del colore, mentre oggi si sono concentrate sulle forme degli oggetti dipinti, ottenendo ottimi risultati da questa due giorni intensiva, la prima di una serie di incontri che lo spazio culturale “MAG. La ladra di libri” terrà nel corso della stagione appena iniziata.

A Bernardelli va indubbiamente ascritto il merito di aver instillato le giuste competenze tecniche e artistiche alle allieve, stabilendo subito quella naturale empatia che ha permesso di lavorare in gruppo, e soprattutto seguendo con attenzione ognuna di loro.

Le allieve, dal canto loro, hanno messo passione, pazienza e la giusta dose di umiltà, tipica di chi conosce il bello e il peso della capacità di mettersi in gioco sempre e comunque, anche impiegando buona parte di un fine settimana dal clima ancora prettamente estivo.

Il risultato finale, come detto, sorprende per qualità, anche se siamo solo ai primi passi, visto che sarà possibile affinare la tecnica e iniziare nuovi percorsi individuali in occasione dei prossimi seminari che verranno programmati da MAG per i prossimi mesi.

Nelle foto, le allieve insieme al pittore Stefano Bernardelli e le cinque opere realizzate al termine del corso.

Ancora nessun commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.